Trent’anni di passione per le stelle

L’Associazione Astrofili Imolesi (AAI) organizza due incontri in occasione del trentesimo anniversario della propria fondazione:

Venerdì 15 novembre
Ore 21:00 – Oratorio di San Rocco, Via Valeriani 21 – Imola
Presentazione del libro “Per le… stelle”
Pubblicato da AAI per ricordare e raccontare i propri trent’anni di lavoro e passione per le meraviglie del cielo, il volume vuole anche essere un invito ad avvicinarsi alla cultura astronomica e alle realtà no profit che ne promuovono la diffusione.
Interverranno Valter Galavotti e, a nome dei curatori, Giorgio Suzzi

A seguire, alle ore 21:30
Conferenza “Collisioni cosmiche: incontri troppo ravvicinati con i corpi minori del Sistema Solare” Relatore Giuseppe Pupillo (INAF-IRA)

Venerdì 22 novembre
Ore 21:00 – Oratorio di San Rocco, Via Valeriani 21 – Imola

Conferenza “Il fattore umano nell’esplorazione spaziale”
Relatore Christian Maria Firrone (Politecnico di Torino)

Gli incontri sono rivolti al pubblico di tutte le età, l’ingresso è libero.

Una descrizione dettagliata del contenuto delle conferenze, completa di note biografiche dei relatori, è consultabile alla pagina www.astrofiliimolesi.it/TrentennaleAAI.html
Per ulteriori informazioni scrivere a info@astrofiliimolesi.it

Invito

Note sull’AAI

L’Associazione Astrofili Imolesi, Associazione di Promozione Sociale iscritta all’albo provinciale, nasce nel 1983 grazie all’iniziativa di Rino Morini e di un gruppo di appassionati di Astronomia da lui coinvolti. Dal 1986 l’AAI dispone di un Osservatorio Astronomico che ha accolto oltre 47.000 visitatori.

Scopo dell’AAI è avvicinare alle meraviglie del cielo gli appassionati, le scolaresche, i semplici curiosi, organizzando serate di osservazione al telescopio, ma anche corsi, conferenze, incontri (non solo limitati all’Osservatorio).
L’AAI possiede strumenti trasportabili e tutto l’occorrente per proiezioni multimediali, tra i Soci annovera diversi astronomi professionisti ed è disponibile per l’organizzazione di eventi a tema astronomico e per la partecipazione a manifestazioni pubbliche e private. L’Associazione non ha scopo di lucro e si sostenta grazie alle quote sociali, ai contributi di enti pubblici e sponsor. Non è mai stato applicato alcun biglietto di ingresso per le visite all’osservatorio o per la partecipazione agli eventi organizzati dall’AAI.

Lascia una risposta

Vai su