“…ma già volgeva il mio disio e ‘l velle …l’amor che move il sole e l’altre stelle”.

Dante e i nativi digitali: il Paradiso

7° incontro 5 maggio 2015

Imola ore 21 – Cattedrale di San Cassiano - Piazza Duomo 1

 

Il canto XXXIII del Paradiso di Dante con pensieri, musiche e letture

“…ma già volgeva il mio disio e ‘l velle

…l’amor che move il sole e l’altre stelle”.

Poesia, canto, arte sono meditazione e preghiera, sono innalzamento verso l’infinito amore di Dio: in particolare questo canto 33 del Paradiso, che è il culmine del viaggio dantesco.

Per questo si è scelto di farlo in cattedrale alla vigilia delle Rogazioni, invitando tutta la Diocesi, come una preghiera di invocazione a Maria, mediatrice tra noi e il mistero di Dio, nei giorni di attesa del ritorno in città della sua venerata immagine.

Per i dantisti il trentatreesimo canto del Paradiso è il compimento di tutti gli “umbriferi prefazi” disseminati nel poema. È la summa di quanto svelato poco a poco durante il viaggio. Culmine del percorso del poeta, meta ultima del pellegrino che torna alla sua patria celeste. È dunque un canto di ineffabilità, di realtà intangibili e di guerra di una lingua che non sa e non può descrivere. È un canto in cui la speranza viene esaudita nella sua forma più alta. È un canto in cui tutte le melodie armoniche del paradiso si risolvono nel silenzio quasi disarmante che induce la visione del divino. È una canto in cui la preghiera non è solo pratica devozionale o mezzo di espiazione, ma eleva. È un canto in cui l’uomo, in un poema intriso di umanità in ogni verso, viene disegnato nella sua forma più bella. Specchiato in quella divinità che brama di conoscere, ma che, incarnatasi nel Verbo, ha qualcosa di tangibile già nella “nostra effige”.

Commento al testo: ELENA GURIOLI, FILIPPO ZANINI

Accompagnamento musicale: CORALE PEROSI

All’organo: LUIGI MOSCATELLO

Lettura: LUCIANO CHIESI, GIOVANNI TONELLI della Compagnia degli Accesi

07-ParadisoDante-WEB 

 

8° incontro: 9 giugno

«La missione profetica e il ritorno»

Imola – Oratorio di San Macario ore 21

Lascia una risposta

Vai su