La missione e il ritorno

“È schiavitù vivere nello spirito se non diventa parte del corpo”

Dante e i nativi digitali: il Paradiso

8° incontro 9 giugno 2015

Imola ore 21 – Oratorio di San Macario

Piazza Mirri 2

 

Dal canto XVII del Paradiso di Dante con pensieri, musiche e letture

La missione e il ritorno

“È schiavitù vivere nello spirito se non diventa parte del corpo” 

Il grande viaggio nell’aldilà che Dante compie è pensato e voluto da Dio, per la salvezza di Dante stesso, ma non solo: il poeta ha una missione, quella di raccontare il cammino percorso, i volti incontrati, le voci, i dialoghi e le emozioni, perché le persone si convertano. Perciò accanto alla fortissima esperienza del viaggio che sta compiendo e che giungerà fino alla visione di Dio, stanno i continui ammonimenti sul ritorno, su ciò che dovrà raccontare, annunciare, come un vero profeta. Dopo aver contemplato la luce divina, dovrà tornare fra gli uomini e sforzarsi di far capire loro qualcosa di ciò che ha vissuto.

Commento al testo: PIETRO CASADIO

Al pianoforte: PIETRO BELTRANI

Lettura: LUCIANO CHIESI, GIOVANNI TONELLI della Compagnia degli Accesi

 

08-ParadisoDante-EL

Lascia una risposta

Vai su