T. S. Eliot e l’antidoto alla desolazione

«Cantore del modernismo e delle sue contraddizioni, Eliot forse più di ogni altro offrì un quadro scoraggiante della modernità nel suo capolavoro La terra desolata», aggiungono gli organizzatori. «Eppure il suo percorso, così sofferto e insieme così determinato, andò oltre la desolazione, riuscendo, soprattutto attraverso la conversione religiosa, a cogliere la straordinaria spiritualità di cui è intrisa la vita umana. I poemetti dei Quattro quartetti intrecciano appunto musica e immagine, nell’unica certezza che alla fine “ogni genere di cosa andrà bene” (“All manner of thing shall be well”)».

 

01-SeQuestoMan-Eliot-WEB

Lascia una risposta

Vai su