SPAZIO TEMPO: Numeri primi: da Euclide alla crittografia moderna – Mirella Manaresi

Oratorio San Giacomo A.P.S. – Spazio Tempo – Incontri di divulgazione scientifica 2019

MERCOLEDI 17 LUGLIO ore 20,45 – Villa Torano – Via Poggiolo 4 Imola

Ingresso libero nei limiti di capienza

testata nuovo diario mirella manaresi 17 luglio 2019

I numeri primi hanno una storia di oltre 2000 anni e, grazie al teorema fondamentale dell’aritmetica, sono i mattoni con cui si costruiscono tutti i numeri interi. A partire da Euclide sono state studiate molte proprietà dei numeri primi, ma ancora ci sono problemi che li riguardano a cui i matematici non sono riusciti a dare risposta. Fino a pochi decenni fa i numeri primi sono rimasti un argomento riservato quasi esclusivamente ai matematici. Attorno alla metà degli anni ‘70 un matematico e un ingegnere americani, Diffie e Hellman, hanno inventato un modo per “trasmettere e conservare segreti” che ha rivoluzionato il campo della crittografia, anch’esso antichissimo. Grazie a Rivest, Shamir e Adleman, l’idea di Diffide e Hellman ha visto una realizzazione pratica (il famoso sistema crittografico RSA), nella quale i numeri primi e la fattorizzazione degli interi in prodotto di numeri primi giocano un ruolo centrale. Da circa quarant’anni la storia della crittografia si intreccia con quella dei numeri primi e l’aumento della potenza dei calcolatori non costituisce una minaccia per il sistema RSA, ma piuttosto il contrario. La moderna crittografia a chiave pubblica permette lo scambio di informazioni riservate su Internet, con tutte le applicazioni che ne derivano per il commercio elettronico e la riservatezza dei dati digitali. Una delle funzioni più interessanti della crittografia a chiave pubblica è la possibilità di firmare documenti digitali, in modo simile all’apposizione di una firma su un documento cartaceo, di autenticare e certificare i messaggi di posta elettronica.

image001 (1)

Mirella Manaresi Laureata a Bologna nel 1975, dal 1987 al 1990 è stata professore straordinario di Geometria presso l’Università di Salerno, dal 1990 è professore ordinario di Geometria presso l’Università di Bologna. Ha trascorso periodi di ricerca presso varie università ed è autrice di numerose pubblicazioni di geometria algebrica e algebra commutativa. Dal 1996 organizza il ciclo di seminari “Professione matematico”, punto di incontro tra studenti, docenti e laureati in matematica che lavorano in ambito extra accademico.Dal 1996 al 2002 è stata Direttore del Dipartimento di Matematica e nel 2000 ha coordinato le iniziative del Dipartimento per il “2000 Anno Mondiale della Matematica” e “Bologna Città Europea della Cultura” e tra il 2002 e il 2005 ha coordinato un progetto europeo di divulgazione della Matematica che ha coinvolto le università di Bochum, Nicosia, Durham, Parigi VI. Dal 2009 coordina le iniziative bolognesi dell’Area Matematica del Piano Lauree Scientifiche.

Lascia una risposta

Vai su